Domenica 31 Maggio 2020 Domenica di Pentecoste

Orientamenti CEI

Per il cammino dei catecumeni

Il testo presenta alcuni orientamenti per il cammino dei catecumeni.

Premessa

La complessa situazione in cui ci troviamo, interessa anche i giovani e gli adulti che, dopo i primi tempi dell’iniziazione, hanno cominciato la seconda Quaresima verso la vigilia di Pasqua, durante la quale dovrebbero ricevere i sacramenti dell’iniziazione cristiana. Siamo al cuore del cammino nel tempo della purificazione e dell’illuminazione (cf. IG 50). Solitamente, secondo l’antica tradizione, nelle Domeniche III, IV e V di Quaresima si realizzano gli scrutini in modo di sanare le fragilità e rafforzare le virtù. In questo tempo, si celebrano anche le consegne del Simbolo della fede e della Preghiera del Signore (cf. IC1, 36).

Per il cammino dei catecumeni

 

 

 

 

Lettera per i catechisti

Questo documento, nella sua essenzialità, offre indicazioni per l’annuncio anche fra le limitazioni  e le privazioni di questo tempo.

Carissimi accompagnatori, animatori, catechisti e religiosi, «è dovere permanente della Chiesa di scrutare i segni dei tempi e di interpretarli alla luce del Vangelo, così che possa rispondere ai perenni interrogativi degli uomini sul senso della vita presente e futura e sulle loro relazioni reciproche» (Gaudium et Spes, 4).

Così si esprimeva il Concilio Vaticano II con parole che risuonano profetiche nel presente della nostra Italia e del mondo intero. Questa è l’identità di noi credenti: siamo portatori della luce del Vangelo in tutte le situazioni della vita. In comunione con i Vescovi e con tutti i pastori delle nostre Chiese locali veniamo a voi in questo momento particolare: da alcuni giorni tutto è cambiato e continua a cambiare, richiedendo una capacità di adattamento sempre nuova…

Lettera per i catechisti

 

 

Suggerimenti per la celebrazione dei Sacramenti

 

 

Una nota diretta ai sacerdoti impegnati nel servizio pastorale al di fuori dei presidi ospedalieri e degli istituti di ricovero e cura.

I suggerimenti proposti si armonizzano con la tradizione della Chiesa per cui, se non sussistono le condizioni per poter amministrare il sacramento, supplet Ecclesia, affidandosi al votum sacramenti, come del resto il “battesimo di desiderio” insegna.

Nello stesso tempo, la storia della Chiesa testimonia che, in situazioni estreme di guerra o di epidemia, i sacerdoti non sempre hanno potuto avvicinarsi ai fedeli che necessitavano di ricevere i sacramenti indefettibili, ma tutte le volte che è stato possibile lo hanno fatto con gli accorgimenti e le dotazioni che avevano a disposizione.

Lo scopo di questa nota, diretta ai sacerdoti impegnati nel servizio pastorale al di fuori dei presidi ospedalieri e degli istituti di ricovero e cura, è duplice: assicurare ai fedeli che ricevono i sacramenti una adeguata protezione dal possibile contagio virale; prevenire una eventuale infezione del ministro del sacramento…

suggerimenti per celebrazione sacramenti

 

Per il cammino dei catecumeni

Lettera per i catechisti

suggerimenti per celebrazione sacramenti