Martedì 12 Novembre 2019 San Giosafat, vescovo e martire

Lettera di comunicazione delle nomine dei Responsabili degli Uffici di Curia

Carissimi confratelli sacerdoti, diaconi, religiosi e religiose, fedeli tutti della nostra amata Chiesa di Matera–Irsina, come avevo già anticipato con le prime nomine rese pubbliche il 29 settembre, vi partecipo quanto ho maturato nel rivisitare la Curia, dopo aver attentamente ascoltato buona parte del clero.

Ringrazio per i suggerimenti, i consigli che mi sono stati dati guardando al bene della nostra Chiesa locale. La preghiera mi ha dato l’opportunità di vagliare ogni cosa senza fretta e di decidere con serenità e senza ripensamenti.

Come ho già avuto modo di dire, la Curia è a servizio della Chiesa diocesana e del suo Pastore: gli Uffici non sono direttamente “soggetti” di pastorale, ma “strumenti” per il servizio alle Parrocchie, alle Unità Pastorali, alle Vicarie.

La Curia ha la funzione di studiare quanto concerne la vita e la missione della Chiesa diocesana, con riferimento alla responsabilità pastorale del Vescovo; consiglia il Vescovo in merito ai diversi ambiti dell’azione pastorale; lo assiste nella sua responsabilità di governo fornendogli gli strumenti necessari per conoscere, valutare, decidere, guidare e verificare; attua le decisioni, seguendo i percorsi pastorali, fornendo le varie consulenze (amministrative, tecniche, legali) e accompagnando le parrocchie con una presenza capillare sul territorio (cfr. CjC can. 469)

La nomina di coloro che esercitano un ufficio nella curia diocesana spetta al Vescovo diocesano” (can 470). Quanti ricevono una nomina non sono né premiati né tantomeno ricevono un posto d’onore ma ricevono un titolo di “regalità”, quella di Gesù Cristo: “Non sono venuto per essere servito ma per servire” (Mc 10,45). Ciò che deve animare tutti è lo spirito nella comunione ecclesiale, lavorando in sinergia, mettendo a disposizione di tutta la Chiesa di Matera-Irsina amore, servizio, tempo…

Matera
15-10-2019

Lettera di comunicazione delle nomine dei Responsabili degli Uffici di Curia